SEGUICI SUI SOCIAL:

Coppa Italia – Quarti di finale: Roma – Como women

Coppa Italia – Quarti di finale: Roma – Como women

Ritorno 13 febbraio 2022 – Stadio Tre Fontane

As Roma – Como Women 2-1 (2-1)

AS Roma Femminile: Lind, Soffia, Linari (33′ s.t. Pacioni), Kollmats, Borini (15′ s.t. Ciccotti), Bernauer (15′ s.t. Bergersen), Andressa, Giugliano, Glionna, Haavi (24′ s.t. Bartoli), Pirone (33′ s.t. Lazaro).

A disposizione: Ghioc, Serturini, Greggi, Pettenuzzo

Allenatore: A. Spugna

Como Women: Bettineschi, Cecotti (13′ s.t. Roventi), Vergani, Lipman, Hilaj Pastrenge (27′ Mariani), Picchi, Beil (10′ s.t.Carp), Kubassova (27′ s.t. Bianchi), Carravetta (10′ s.t. Di Luzio), Rigaglia.

A disposizione: Small, Salvi

Allenatore: S. de la Fuente

Arbitro: Michele di Cairano di Ariano Irpino. Assistenti: Francesco Piccichè di Trapani, Mario Chichi di Palermo. Quarto ufficiale: Giuseppe Romaniello, di Napoli.

Marcatori: 7′ p.t. Kubassova, 20′ p.t. Haavi, 28′ p.t. Pirone

Ammoniti: Lipman

Espulsi: Nessuno

Angoli: 10-3

Recupero: 0’+3′

Nella splendida cornice dello Stadio Tre Fontane di Roma il Como Women si presenta per questo ritorno dei Quarti di Finale di Coppa Italia con le migliori intenzioni di non voler sfigurare, sebben opposta ad una delle corazzate del calcio femminile italiano come l’As Roma, reduce dal 5-2 casalingo contro il Pomigliano proprio in questo impianto, una settimana fa. L’impegno è proibitivo, ma la tenacia della squadra di de la Fuente è una garanzia per quanto riguarda la determinazione e l’impegno che la squadra mette in campo ad ogni partita. La Roma parte subito forte e Bettineschi deve subito esibirsi in un volo spettacolare a deviare in angolo una conclusione di Giugliano.

Al 4′ si vede il Como in avanti, Rigaglia si conquista un bel calcio di s punizione sulla sinistra, ma il calcio piazzato di Carravetta è preda dell’agile uscita alta di Lind a bloccare. E’ il 7′ sulla destra Carravetta serve Kubassova e la Guerriera del Baltico entra in area e supera Lind per il vantaggio delle lariane che gela il pubblico giallorosso. La Roma ha la corazza forte e al 9′ Giugliano dal limite manda alto al volo

Al 10′ Beil viene fermata al limite per un offside dubbio, era sola sulla trequarti con campo libero innanzi a sé.

Al 12′ Como in difficoltà, Roma in stato d’assedio in area biancoblu e tre conclusioni una dopo l’altra vengono respinte dalla difesa ospite. Al 17′ su angolo testa di Kollmats, debole e centrale. Dopo due minuti Giugliano ci prova ancora dalla distanza, palla centrale. Al 20′ Bettineschi show, respinge un primo tiro e devia in angolo una conclusione di Pirone dopo la prima parata. Sulla battuta del corner Haavi anticipa tutti sul primo palo e incorna di testa per la rete del pareggio.

La Roma prende campo, e la caparbietà delle giallorosse permette di alzare i giri e creare pericoli seri. Al 23′ altra mischia furibonda in area del Como, ma le ragazze lombarde riescono a mantenere il pareggio fino al 28′, quando, di nuovo in mischia, Pirone è la più lesta ad intercettare una palla vagante a pochi passi dalla porta e a depositarla in rete, Roma in vantaggio.

Al 32′ ancora Roma in avanti, ma fatica ad arrivare alla conclusione nitida, il Como si difende, ma non si chiude a riccio e si propone non appena se ne presenta la possibilità. Al 38′ angolo di Carravetta, troppo timido per non essere preda di Lind che blocca in uscita alta. Al 38′ occasione per le lariane, Kubassova si infila a destra e calcia di sinistro dal limite, debolmente, con l’opzione non vista di Carravetta a centro area non sfruttata. Poco dopo Rigaglia in corsa calcia bene ma di poco alto dalla distanza.

Nella ripresa Bettineschi si supera parando da pochi metri una conclusione di Glionna infilatasi in area a sinistra. Poco dopo Haavi liscia completamente da buona posizione su traversone basso dalla destra. Al 6′ e all’8′ ancora Gliona cerca la rivincita contro Bettineschi, ma calcia due volte alto dal limite dell’area. Al 23′ Haavi sfugge a Vergani (unico errore della generosa prova del numero 3) e spara un bolide che si infrange sulla traversa, poi Andressa da destra esalta ancora i riflessi di Giorgia Bettineschi che vola a respingere il tiro molto insidioso. Al 25′ Bergersen da destra, palla alta. Al 26′ mischia furibonda, ma questa volta in area giallorossa, ma la difesa guidata da Linari riesce a sbrogliare la matassa e a respingere la minaccia. Il Como sta soffrendo, ma non è morto, punge ancora, e il risultato è comunque in bilico, non la qualificazione, nelle mani delle romane, ma il risultato sì. Al 29′ su retropassaggio Di Luzio (subentrata a Carravetta) viene anticipata sola in area da Lind che salva il risultato grazie alla sua attenzione all’azione in corso. Al 35′ la giovane Bianchi prova dalla distanza, ma colpisce male e manda alto. Al 41′ Carp s’invola sulla fascia destra e ancora una volta è Lind a togliere le castagne dal fuoco uscendo alla disperata e mettendo in fallo laterale. Nel recupero l’ultima chance di cambiare il risultato è sui piedi di Andressa, che stoppa di petto in bello stile , ma calcia poi alto oltre la traversa. La gara si chiude dopo tre minuti di recupero e il Como Women, seppur sconfitto, esce battuto con il minimo scarto dalla seconda forza della serie A, un risultato che porta ulteriore autostima nelle ragazze comasche. Dopo la pausa della prossima giornata (rinviata la gara di Brescia per nazionale), il Como Women tornerà in campo nella gara casalinga del 27 febbraio contro la Sassari Torres.




PRESS OFFICE
ANGELO FRUSCIANTE
ufficiostampa@comowomen.it

QUICK CONTACT INFO

Meet your new team leader, Top Scorer! Create your NFL or sports website, win the online sports game and dominate your competition.

b Monday-Friday: 9am to 5pm;

Satuday: 10am to 2pm