SEGUICI SUI SOCIAL:

IL COMO WOMEN SCONFITTO 6-0 DALLA JUVENTUS ALLA PRIMA IN SERIE A

IL COMO WOMEN SCONFITTO 6-0 DALLA JUVENTUS ALLA PRIMA IN SERIE A

In un Ferruccio Trabattoni tutto esaurito va in scena la partita inaugurale del campionato di Serie A femminile 2022/2023 tra Como Women e Juventus Women. Il Como, unica neo promossa del torneo sfida le campionesse in carica della Juventus in quello che è a tutti gli effetti il primo campionato professionistico di Serie A. L’allenatore dei padroni di casa Sebastian de la Fuente scende in campo con un 4-3-1-2, con la numero 10 Beil come trequartista a supporto della coppia d’attacco Beccari-Di Luzio. Il tecnico avversario Joe Montemurro risponde con un 4-3-3, con Bonfantini e Beerensteyn esterni e Cristiana Girelli al centro dell’attacco.

IL PRIMO TEMPO – Nei primi 5 minuti del campionato di Serie A le due squadre si studiano, in cerca del punto debole dell’avversario. Al 6’ arriva l’episodio decisivo, con il fallo di Cecotti su Caruso, che è brava a girarsi in area facendo perno con il corpo e viene stesa. Dal dischetto si presenta Cristiana Girelli, che angola benissimo e porta in vantaggio le bianconere. Al 12’ altra occasione Juve, con l’imbucata dentro per Beerensteyn, che salta Korenciova, si defila sulla destra e calcia forte, ma sull’esterno della rete. Dopo pochi minuti è ancora una scatenata Girelli a provarci, con un tiro dai 20 metri che finisce di poco fuori alla sinistra del palo. A 10’ dalla fine del primo tempo gran giocata di Bonfantini sulla destra, che salta il marcatore e crossa forte e teso in mezzo, Korenciova smanaccia ma la palla finisce sul destro di Girelli, che da dentro l’area colpisce al volo e segna il gol del raddoppio Juve. Al 40’ ancora Juve, ancora con una gran giocata sulla fascia. Questa volta è Beerensteyn che salta di netto in dribbling l’avversaria e crossa teso in area dove sbuca ancora una volta Cristiana Girelli, che questa volta taglia sul primo palo e di sinistro e batte il portiere per la terza volta.

LA RIPRESA – Il secondo tempo inizia com’era terminato il primo e la Juve colpisce subito: Grosso serve la sovrapposizione del capitano Boattin, che entra in area e incrocia forte di sinistro. Nulla da fare per il portiere e gol del 4-0. Pochi minuti più tardi arriva anche il 5-0, con la solita gran giocata degli esterni, Bonfantini colleziona un altro assist, questa volta il cross teso è per l’esterno opposto Beerensteyn che di destro da dentro l’area la gira in porta. L’allenatore del Como Women, de la Fuente, prova a dare energie fisiche e mentali alla sua squadra inserendo Pavan, Rigaglia e Kubassova. Montemurro a sua volta inserisce Cernoa, Rosucci e Cantore. Al 67’ proprio le neo entrate del Como collezionano una della azioni più pericolose della partita, con Rigaglia che premia l’inserimento di Pavan, con l’ex Inter che calcia ad incrociare di destro e sfiora il gol. A pochi minuti dal termine, dopo un’azione confusa in area, Beerensteyn trova la zampata del 6-0 e la doppietta personale. All’88’ arriva l’occasione per il Como, con un calcio di punizione dal limite su cui si presenta la neo entrata Carravetta. Gran destro da calcio da fermo e pallone che sfiora il palo. È questa l’ultima emozione del match, che si conclude sul risultato di 6-0 per le campionesse in carica.


IL TABELLINO DELLA GARA
COMO WOMEN-JUVENTUS WOMEN 0-6

RETI: 6’ Girelli (R), 34’ Girelli, 40’ Girelli, 47’ Boattin, 51’ Beerensteyn, 86′ Beerensteyn.
COMO (4-3-1-2): Korenciova; Cecotti Kravets, Rizzon, Borini; Picchi, Hilaj (81’ Lipman), Pastrenge (60’ Pavan); Beil (60’ Rigaglia); Beccari (60’ Kubassova), Di Luzio (75’ Carravetta).
A disp. Beretta, Vergani, Cavicchia, Brenn.
JUVENTUS (4-3-3): Peyraud; Nilden, Lenzini (60’ Rosucci), Sembrant, Boattin; Caruso (75’ Zamanian), Gunnarsdottir (60’ Cernoa), Grosso; Bonfantini (75’ Duljan), Girelli (60’ Cantore), Beerensteyn.
A disp. Aprile, Skovsen, Arcangeli, Pfattner.
ARBITRO: Ubaldi di Roma 1
ASSISTENTI: Pascali e Regattieri. 4° uomo Moretti.



L’INTERVISTA
Al termine della gara l’allenatore del Como Women, Sebastian de la Fuente, ha così commentato la partita: “È stata una prova difficile. Penso che per i primi 25-30 minuti del primo tempo non abbiamo fatto male, eccetto la disattenzione sul rigore. Il divario con la Juve è molto ampio, chiaramente loro hanno una dimensione totalmente diversa dalla nostra. Abbiamo capito come funziona la Serie A, avremo bisogno di qualche partita di rodaggio, però so che le idee di gioco che sto cercando di trasmettere stanno passando correttamente. Ho visto esprimere i nostri concetti nei primi minuti, poi dopo 2-3 gol presi è difficile non disunirsi. Questa partita ci lascia un segnale, sicuro non positivo, però ci fa capire che qui siamo in Serie A e dobbiamo adeguarci subito al livello alto che troveremo quest’anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

QUICK CONTACT INFO

Meet your new team leader, Top Scorer! Create your NFL or sports website, win the online sports game and dominate your competition.

b Monday-Friday: 9am to 5pm;

Satuday: 10am to 2pm